Mattinata d’odio

Scarpe basse, micro-shorts, gambe eterne, inconsistenti camiciole, accenni di seni, tre aspiranti modelle dell’est, sulla 27, pennellate dallo sguardo timido di uomini intimoriti dal desiderio, ricevono schizzi dell’odio delle svantaggiate italiche griffate e quello sconsolato delle quadrate ispaniche.

Lascia un commento